martedì 1 agosto 2017

Migliorare le foto subacquee

Con il diffondersi di action cam sempre più economiche e che hanno la possibilità (generalmente grazie a custodie apposite) di effettuare riprese subacquee, sempre più persone si trovano ad affrontare il problema della dominante blu presente in questo tipo di immagini.

Alcune di queste camere hanno la possibilità di effettuare una correzione in automatico delle riprese subacquee, oppure si possono trovare dei filtri realizzati appositamente per migliorare il colore delle immagini di questo tipo.

La scelta migliore ovviamente sarebbe una illuminazione artificiale creata per l'uso subacqueo, ma questi tipi di illuminazione hanno il difetto di essere un po' costosi e spesso ingombranti, per cui difficilmente qualcuno se le comprerà per fare qualche foto sott'acqua durante una vacanza...

Se le vostre riprese sott'acqua soffrono di questo difetto, c'è il modo di migliorare le foto subacquee anche a casa, utilizzando Gimp o altri software analoghi di fotoritocco.

Vediamo una tipica foto realizzata durante una sessione di snorkeling:


Si può notare bene la dominante blu, dovuta al fatto che l'acqua tende ad assorbire maggiormente il rosso e il giallo.

Per effettuare la correzione dovremo simulare l'applicazione di un filtro rosso davanti all'obbiettivo della camera. Innanzitutto andiamo a modificare il colore di primo piano:


Se il soggetto della foto è appena sotto al livello dell'acqua, invece del rosso potreste preferire un colore più sul rosa, ma come sempre molto dipenderà dal risultato che vorrete ottenere alla fine. Adesso che abbiamo scelto il colore del nostro filtro andiamo ad aggiungere un nuovo livello:


Prima di dare l'ok alla creazione del livello, assicuratevi di avere scelto il riempimento con il colore di primo piano:


A questo punto la vostra foto sarà diventata tutta del colore che avete scelto in precedenza. Non preoccupatevi di questo perché lo sistemiamo nel prossimo passaggio.

In cima alla finestra dei livelli, cliccate sulla freccia posta a destra della scritta Modalità: Normale per visualizzare il menu relativo e poi selezionate la voce Sovrapposto:


Il risultato sarà più o meno come questo:


Fate il confronto con la foto all'inizio del post e vedrete una differenza davvero enorme. Questa foto è decisamente più bella da vedere e soprattutto i colori sono come dovrebbero essere in realtà.

Nel caso che la correzione sia eccessiva e venga prodotta una leggera dominante rossa, potete rimediare modificando la trasparenza del livello colorato di rosso. Ad esempio, riduciamo leggermente la trasparenza nel nostro caso:


Questo è il risultato della variazione:


Come potete vedere, l'effetto di correzione è minore rispetto a prima pur essendo sempre presente. Una piccola nota: avrete sicuramente notato che la correzione di colore è diversa secondo la distanza del soggetto dalla camera. Questo problema non si può risolvere utilizzando le impostazioni della camera o filtro da applicare davanti all'obbiettivo.
Anche utilizzando un'illuminazione artificiale non si potrà avere i soggetti lontani con il loro colore reale. Il motivo è semplicemente dovuto al fatto che tra la camera e il soggetto c'è una quantità sempre maggiore di acqua all'aumentare della distanza e quindi un maggiore assorbimento delle frequenze rosse.

Questo difetto è però migliorabile utilizzando questa stessa tecnica con più livelli, di cui alcuni con maschera di trasparenza. Ad esempio vediamo cosa succede con un livello rosso completamente opaco e uno sempre rosso, ma con trasparenza che aumenta dall'alto al basso come indicato qui:


Dopo avere modificato anche la trasparenza globale di ogni singolo livello, questo è quello che otteniamo:


Ora la dominante blu della foto subacquea è praticamente sparita da tutta la foto. Ovviamente nulla vieta di utilizzare più di due livelli di filtro e anche provare con tonalità diverse di rosso.

Per i filmati è necessario trovare delle opzioni analoghe alla sovrapposizione di livelli indicata in questo post, ma difficilmente avrete degli ottimi risultati, visto che la camera cambierà spesso orientamento e quindi dovrebbe poter variare continuamente anche l'intensità della correzione. Certamente fattibile, ma sicuramente molto complesso e dispendioso in termini di tempo.


Nessun commento :

Posta un commento