mercoledì 18 dicembre 2013

Il bianco e nero selettivo

Tutti voi avrete sicuramente visto delle foto in cui tutto il colore è stato tolto, tranne che per un dettaglio che mantiene il suo colore originale.

Questo effetto, chiamato generalmente bianco e nero selettivo, ha come risultato di porre in grande evidenza il particolare colorato che spicca sul resto della foto in bianco e nero.

Esistono diversi metodi per modificare una foto in modo da realizzare questo effetto e tutti funzionano abbastanza bene. Qui voglio mostrarvi il metodo della maschera di livello.

Tramite le maschere di livello avremo la possibilità di scegliere qualunque zona desideriamo mantenere colorata (volendo anche più zone con colori diversi), ma consente inoltre di controllare separatamente la parte che sarà trasformata in bianco e nero.

giovedì 5 dicembre 2013

Filtri digradanti

A volte può capitare che una foto abbia una parte un po' troppo "anonima". Ad esempio fotografando un panorama quando il cielo è molto terso e non ci sono nuvole rischiamo di avere una foto che, pur essendo bella, non è davvero speciale.

Per ovviare a questo problema i fotografi di solito utilizzano dei filtri appositi chiamati digradanti che si mettono davanti all'obbiettivo della fotocamera.
La caratteristica di questi filtri è quella di avere una parte trasparente e una più scura colorata o semplicemente nera.

Modificando la quantità di luce che proviene da una certa zona della nostra inquadratura possiamo migliorare notevolmente una parte che diversamente risulterebbe piatta e priva di interesse.

mercoledì 27 novembre 2013

Esposizioni multiple 1 - Il mosso colorato

La fotografia digitale e il fotoritocco tramite computer hanno notevolmente facilitato la realizzazione di effetti che in passato erano possibili solo con estrema difficoltà, magari esclusivamente nei laboratori fotografici.
 
In alcuni casi certi effetti, oggi quasi banali da produrre, erano addirittura irrealizzabili, indipendentemente dai mezzi e dalle capacità dei fotografi.
 
Tutta una serie di effetti particolari in fotografia era ottenibile, sia pure con qualche difficoltà, tramite le esposizioni multiple. In pratica si scattavano più foto sullo stesso negativo per ottenere una foto particolare.
 
Uno di questi effetti è il mosso colorato.

martedì 19 novembre 2013

Correggere gli occhi rossi

Veniamo ora ad un classico nella fotografia: i famigerati occhi rossi. A tutti prima o poi capita di avere a che fare con questo difetto di ripresa, ma i modi per correggerlo, sia quando si scatta la foto che in seguito, ci sono e sono anche semplici da mettere in pratica.

Innanzitutto vediamo perché si crea questo difetto e in che modo è possibile prevenirlo, perché spesso bastano pochi piccoli accorgimenti per evitarlo già in fase di ripresa, senza dover modificare la foto in un secondo tempo.

Gli occhi rossi sono semplicemente il riflesso del flash sulla retina dell'occhio (che essendo piena di capillari ha una colorazione di base per l'appunto rossa).

martedì 12 novembre 2013

Istogrammi e curve di colore - 2

La volta scorsa, nella prima parte di questo argomento, abbiamo visto cos'è l'istogramma di una foto e quali informazioni ci può fornire sulle nostre immagini.
 
Adesso che abbiamo un'idea del significato di tali informazioni abbiamo bisogno di uno strumento che ci consenta di modificarle a nostro piacimento. Questo strumento è rappresentato dalle curve di colore, chiamate anche curve di livello o più semplicemente curve.
 
Come precedentemente detto, le curve sono strettamente legate agli istogrammi e ci danno la possibilità di cambiare i valori legati all'istogramma in modi anche molto drastici.

giovedì 7 novembre 2013

Istogramma e curve di colore - 1

Vediamo due strumenti estremamente utili per la modifica delle foto: gli istogrammi e le curve di colore.
 
Sono due strumenti strettamente legati tra loro e che ho già utilizzato in alcuni degli articoli passati perché consentono di effettuare moltissime elaborazioni anche complesse sulle immagini.
 
Brevemente l'istogramma fornisce informazioni sul contenuto di una foto, indicando la quantità di punti di ogni livello luminoso (anche per singola componente di colore rosso, verde e blu), mentre le curve consentono di variare, anche in modo drastico come vedremo, questi livelli di luminosità.

Pur essendo strettamente legati, li tratterò in due parti separate, per non allungare eccessivamente gli articoli. In questa prima parte parlerò degli istogrammi e nella seconda passerò alle curve.
 
Come sempre, l'utilizzo di questi strumenti non ha regole fisse e devono solo seguire il gusto personale.

mercoledì 16 ottobre 2013

Migliorare un ritratto modificando lo sfondo

Una delle prime cose che ho imparato nella fotografia (e mi riferisco al periodo "pre-digitale") è che per fare un buon ritratto il soggetto deve risaltare ed essere l'unica parte della foto ad attirare l'attenzione.

Per fare ciò, uno degli espedienti più utilizzati è tenere lo sfondo fuori fuoco, in modo che non vi siano dettagli a disturbare la composizione dell'immagine.

Ovviamente non è il solo espediente utilizzabile e sicuramente non è una soluzione valida solo per i ritratti.

Il problema è che quando si fa una fotografia non si ha sempre la possibilità di modificare i settaggi della macchina fotografica per avere una profondità di campo ridotta e quindi tenere a fuoco solo il soggetto.

In questo articolo mostrerò un modo per alterare lo sfondo di una foto in modo da migliorare un ritratto.

lunedì 30 settembre 2013

Perché modificare le foto manualmente?

La domanda del titolo di questo articolo è sicuramente lecita... Ci si può davvero chiedere per quale motivo, con tutti i filtri disponibili per i vari programmi per modificare le foto, si debba "perdere tempo" con delle modifiche che, pur essendo abbastanza semplici da effettuare, posso eseguire ben più rapidamente in altro modo.
 
Ovviamente nessuno vieta di utilizzare i filtri per modificare le foto e in alcuni casi i risultati possono essere ottimi. A volte si è letteralmente obbligati ad utilizzare un filtro per ottenere ciò che desideriamo (ad esempio sui tablet, dove la maggior parte delle applicazioni di modifica foto lavora esclusivamente con i filtri).
 
I motivi per cui nei miei articoli non si utilizzano filtri specifici per gli effetti, o comunque il loro utilizzo è molto limitato, sono diversi e intendo esporli in questo articolo.

lunedì 23 settembre 2013

Invecchiare una foto

In questo post vedremo come trasformare una foto in un vero e proprio "reperto" di un secolo fa più o meno.

I metodi per invecchiare le foto sono svariati, come svariati sono i tipi di invecchiamento ottenibile, secondo il periodo storico che si desidera riprodurre.

I metodi sono comunque tutti molto simili e si focalizzano principalmente sulla modifica del colore e della saturazione della foto.

Questi metodi di invecchiamento sono molto utilizzati per modificare le foto in siti tipo Instagram.

sabato 10 agosto 2013

Effetto flou

L'effetto flou viene molto utilizzato in foto di matrimoni o glamour, dove si vuole ottenere un'atmosfera da sogno o comunque ammorbidire leggermente i toni della foto.
È utile anche per ridurre o nascondere eventuali piccoli difetti e, secondo l'intensità dell'effetto che applichiamo, si possono ottenere risultati molto particolari.
 
In passato questo effetto era ottenuto montando sull'obbiettivo della macchina fotografica un filtro in cui la parte trasparente non era uniforme. In questo modo si produceva un effetto di leggera sfocatura con anche un incremento della luminosità globale, registrando quindi il classico risultato di questo effetto.
 
Ovviamente con l'utilizzo di filtri non era possibile intervenire sull'effetto finale e per ovviare almeno in parte a questo inconveniente si potevano trovare sul mercato filtri che fornivano diverse intensità.

lunedì 22 luglio 2013

Il rumore - modifica manuale delle maschere

In questo articolo vedremo come dare gli ultimi ritocchi alla nostra foto in modo da ridurre ulteriormente il rumore digitale.

Nel precedente post Il rumore - livelli e maschere abbiamo visto come aggiungere una maschera di trasparenza alla nostra foto, modificandola in modo semplice e rapido per ottenere una sfocatura (e quindi una riduzione del rumore) solo in alcune zone.

Purtroppo in alcune foto non è detto che modificando la maschera tramite curve o altri metodi matematici si riesca ad ottenere il risultato che desideriamo, per cui l'unico modo possibile diventa la modifica manuale della maschera.

sabato 13 luglio 2013

Il rumore - livelli e maschere

Come avevo scritto nel precedente post sulla riduzione del rumore nelle foto, a volte è necessario utilizzare metodi più efficaci della semplice sfocatura selettiva.

Se la foto ha poco contrasto è probabile che la sfocatura selettiva non riesca a discriminare tra i dettagli che vogliamo mantenere e il disturbo che vogliamo ridurre.

A questo scopo ci serviremo di un metodo che sarà poi utilizzato anche per tante altre elaborazioni sulle fotografie digitali: i livelli e le maschere di livello.

lunedì 8 luglio 2013

Il rumore - un primo approccio

Nella fotografia digitale, il rumore è rappresentato da una non uniformità dei vari pixel. Questa non uniformità (che riguarda sia la luminosità che il colore) è causata dal fatto che nei sensori che registrano la fotografia non possono avere tutti i pixel perfettamente uguali.
Ogni punto fornisce quindi, a parità di colore da riprendere, un valore leggermente diverso dagli altri.

Per fortuna questa variazione è davvero minima, soprattutto nelle apparecchiature più professionali, ma in caso di riprese in scarsa luminosità questo disturbo tende ad evidenziarsi in modo eccessivo e fastidioso.

mercoledì 3 luglio 2013

Fotografie digitali

Prima di cominciare a fare modifiche alle nostre foto, penso sia bene vedere un po' della teoria che sta dietro alle fotografie digitali.
Le basi teoriche ovviamente riguardano un po' tutto il campo delle immagini digitali, quindi non solo le foto.

Mi rendo conto che la teoria è sempre qualcosa di noioso, ma cercherò di rendere l'articolo il più breve e comprensibile possibile. Sono comunque certo che queste basi (se già non le conoscete), potranno esservi utili per comprendere meglio non solo i futuri post "pratici", ma anche come utilizzare meglio le vostre fotocamere.
Se poi avete dei dubbi o volete ulteriori informazioni scrivete pure nei commenti e vedrò di rispondervi appena possibile.

sabato 29 giugno 2013

Programmi per modificare le foto

La prima cosa per modificare le foto (a parte una macchina fotografica e un computer, ovviamente) è il software.
 
Spesso, quando acquistate una macchina fotografica digitale, trovate nella scatola anche un cd con un programma che consente qualche elaborazione di base, ma sono spesso limitati e di scarsa utilità se si vuole andare oltre alla semplice variazione della tonalità della foto o a correzioni base come la rimozioni degli occhi rossi.
 
Se si vogliono modificare le foto un modo più elaborato o con un controllo maggiore sul risultato finale allora è necessario utilizzare un programma più specifico.

mercoledì 26 giugno 2013

Introduzione al blog Fotoritocco digitale

Già da tempo volevo aprire un blog per condividere le mie esperienze con il mondo dell'elaborazione fotografica e finalmente eccomi qui.
 
Non sono un professionista del campo, ma da molti anni sono appassionato di fotografia e anche di computer, quindi non è stato difficile unire le due cose, soprattutto da quando le fotocamere digitali sono diventate di fatto lo standard per le riprese fotografiche.
 
In passato, l'uso della pellicola limitava moltissimo le possibilità di elaborazione, relegandola a poche persone che oltre alla passione dovevano possedere buone conoscenze sia teoriche che pratiche e avevano comunque bisogno di attrezzature spesso costose.
 
Con la diffusione della fotografia digitale e lo sviluppo di software sempre più potenti e semplici da utilizzare, le elaborazioni sono ormai alla portata di tutti e consentono anche di ottenere risultati un tempo impossibili.